×

Messaggio

EU e-Privacy Directive

This website uses cookies to manage authentication, navigation, and other functions. By using our website, you agree that we can place these types of cookies on your device.

View e-Privacy Directive Documents

You have declined cookies. This decision can be reversed.

La Torre dei Lamberti risale al XII secolo.  La presenza di alcune campane fece guadagnare alla torre la denominazione di Turris a Campaneis o Turris Major Horarum, ma il nome più comune è fin dall’antichità quella di “Torre dei Lamberti”. Chi fosse questa famiglia e quale fosse la sua provenienza rimane a oggi poco chiaro: l’ipotesi più accreditata è che una nobile famiglia veronese, forse imparentata con quella più nota di Cerea, paese prossimo alla città, abbia costruito per sé una casa-torre, oppure gettato le fondamenta della futura torre civica.
La Torre nel suo sviluppo verticale tocca gli 84 metri di altezza e risulta composta da due parti stilisticamente distinte: la parte inferiore si innalza per un’altezza totale di 37 metri ed è costruita a filari di tufo e mattoni; quella superiore è invece interamente in mattoni, ed è da collocare nella seconda metà del XV secolo.
La Torre dei Lamberti offre vedute uniche sulla città e sul territorio circostante ed è per tutti i veronesi un simbolo e un punto di riferimento visivo. Particolare è il percorrere, eludendo il servizio dell’ascensore, la scala elicoidale che è anche oggetto di una originalissima gara in salita, la Cronoscalata.