×

Messaggio

EU e-Privacy Directive

This website uses cookies to manage authentication, navigation, and other functions. By using our website, you agree that we can place these types of cookies on your device.

View e-Privacy Directive Documents

You have declined cookies. This decision can be reversed.

Galleria d’Arte Moderna Achille Forti
Palazzo della Ragione, Verona
 

LE SCUOLE PROTAGONISTE A PALAZZO DELLA RAGIONE

Nuove proposte didattiche della GAM Achille Forti per l’anno 2015



L'ARTE PARLA ALLA SCUOLA, LA SCUOLA PARLA CON L'ARTE.

Con il sostegno della Fondazione Domus per l’arte

moderna e contemporanea

 

Le scuole protagoniste webpiccola

 

PROGETTO:

A partire da settembre 2015  la GAM Achille Forti, grazie al sostegno del Comune di Verona e della Fondazione Domus per l’arte moderna e contemporanea, organizza un nuovo progetto didattico rivolto alla formazione degli insegnanti e al coinvolgimento degli studenti in attività laboratoriali che incoraggeranno la sperimentazione con gli strumenti dell’arte in percorsi utili a molte discipline, offrendo agli alunni l’opportunità di allestire una mostra negli spazi della Galleria d’Arte Moderna di Verona. Un’occasione unica per la scuola e le giovani generazioni di essere protagoniste di un incontro speciale e ravvicinato con il mondo dell’arte moderna e contemporanea.

 

Il progetto didattico è rivolto a tutte le scuole di ogni ordine e grado del territorio veronese. L’iniziativa è studiata per coinvolgere gli studenti insieme ai propri insegnanti nell’esperienza di osservare da vicino l’opera d’arte esposta in museo, in un excursus che va dal secondo ottocento alla prima metà del novecento, con modalità trasversali alle discipline. L’arte e i suoi protagonisti - dalla luce tardo ottocentesca fino al gesto astratto e informale degli anni ’50 del novecento - diventano così un campo di esperienza utile per la scuola per comprendere al meglio il contesto di questo secolo di grande creatività.

Grazie al contributo della curatrice Elena Ciresola e del Direttore artistico Luca Massimo Barbero e alla collaborazione dello staff della sezione didattica della GAM Achille Forti, l’iniziativa prevede una fase di formazione degli insegnanti finalizzata a offrire gli strumenti didattici necessari a guidare gli studenti nelle attività laboratoriali e nella realizzazione di un progetto espositivo che si concluderà con un concorso a premi e una cerimonia di premiazione.

 

La partecipazione al progetto è gratuita e aperta alle scuole dell’infanzia, primaria e secondaria di primo e secondo grado di Verona e provincia per un numero complessivo di 120 classi.

 

 

PERCORSI E LABORATORI DIDATTICI

 

SCUOLA DELL’ INFANZIA: Quattro “cari dolci” racconti di festa con GIALLO TANCREDI.

Per sperimentare nuovi processi che aiutano i più piccoli a rappresentare i propri ricordi belli. Il nodo metodologico di questo laboratorio sarà ambientato nel ricordo per scoprire le potenzialità di un colore, il giallo, e di un artista, Tancredi Parmeggiani (1927-1964).

Scarica la scheda

 

SCUOLA PRIMARIA: Se fossi un'opera, da grande farei....con ROSSO DONGHI.

Per aiutare i bambini a scoprire i propri talenti e a rappresentarli sotto forma di una possibile, anche immaginaria, professione futura. Il filo conduttore di questo percorso, alla scoperta delle inclinazioni personali e dei desideri per il proprio futuro, passerà attraverso il colore rosso e l’opera di Antonio Donghi (1897-1963).

Scarica la scheda

 

SCUOLA SECONDARIA DI PRIMO GRADO: Quattro ritratti italiani nel mondo con BIANCO NERO CASORATI.

Per incoraggiare i ragazzi a raccontare i concetti di identità e di appartenenza e relazione con il mondo che ci circonda. Il tema dell’identità nel mondo globalizzato sarà declinato tramite lo strumento della fotografia in bianco e nero e attraverso lo studio dell’opera di Felice Casorati (1883-1963).

Scarica la scheda

 

SCUOLA SECONDARIA DI SECONDO GRADO: “Quadrittico delle libertà” con BIANCO NERO VEDOVA.

Per stimolare i ragazzi più grandi a esprimere il proprio desiderio di pensare e agire in autonomia. Libertà e autonomia, spirito di ribellione e di confronto sono sentimenti comuni che animano artisti e giovani nell’affermazione della propria identità. Gli studenti affronteranno lo studio dell’opera di Emilio Vedova (1919-2006)  e si confronteranno con l’utilizzo della fotografia in bianco e nero.

Scarica la scheda

 

CONCORSO E MOSTRA FINALE

LA SCUOLA SI METTE IN MOSTRA: SCUOLA AL CUBO

A partire dalle opere appartenenti alle Collezioni della Galleria d’Arte Moderna Achille Forti, gli studenti saranno coinvolti in laboratori didattici progettati in maniera differenziata a seconda del grado e ordine di scuola.

Per i più piccoli, scuole d’infanzia e primaria, si lavorerà sul gesto pittorico, sull’uso della materia e del colore per sperimentare l’astrazione. I ragazzi delle scuole secondarie affronteranno invece la forma poetica e sempre contemporanea del bianco e nero della fotografia. Tutti i percorsi avranno come vincoli colore, materia e una tecnica utilizzata da un artista tra quelli esposti, la cui opera sarà messa a confronto con quella di altri artisti che verranno studiati durante le attività di laboratorio in Galleria. Ogni scuola realizzerà un cubo 50x50x50 cm le cui facce verranno decorate dalle classi partecipanti a seconda dei temi individuati nel corso dei laboratori didattici. I cubi così progettati saranno esposti in un allestimento scenografico che si snoderà lungo le sale di Palazzo della Ragione.

La mostra rimarrà aperta dal 12 al 20 dicembre 2015. L’ingresso è gratuito e sarà per tutti l’occasione di iniziare un nuovo dialogo con le opere esposte alla GAM Achille Forti, sotto la luce della quotidianità e della contemporaneità. Il 12 dicembre sarà la giornata dedicata alla cerimonia di apertura e alla premiazione finale che vedranno il coinvolgimento di tutti gli studenti accompagnati dai propri docenti, genitori e amici.

 

 

Il progetto presenta:

 

•     Due incontri di preparazione per gli insegnanti

•     Percorso di visita e laboratorio su misura per ciascuna delle classi iscritte 

•     La partecipazione al concorso con un lavoro per classe

•     La mostra dei lavori delle classi e la premiazione dei vincitori